-------------------------
DESCRIZIONE
-------------------------
PROGRAMMA
-------------------------
RELATORI
-------------------------
ISCRIZIONE
-------------------------
ATTI
-------------------------

Evento

Il convegno ha l’obiettivo di presentare le novità più rilevanti emerse in ambito dell’infezione da HIV nell’ultimo anno. In tema di epidemiologia verranno discussi i numeri dell’epidemia nel mondo, in Europa, in Italia e nella nostra Regione.  Una lettura sarà dedicata alla delibera della Regione Liguria che riguarda la nuova modalità dell’offerta del test HIV negli ospedali liguri. Questa offerta riguarderà tutte le persone che accederanno ai nosocomi liguri con un età compresa tra i 18 ed i 65 anni nei prossimi anni. Altro aspetto che verrà affrontato sarà quello dell’emersione del sommerso per quanto riguarda l’epatite C. In particolare su HCV si cercherà di portare l’attenzione su come completare il percorso di diagnosi e di cura nella nostra regione.

Seguiranno poi due letture di respiro meno scientifico ma che riguardano due aspetti importanti per la sezione regionale di ANLAIDS, ovvero il progetto Scuola ed il progetto Ponte. Quest’ultimo progetto è molto importante poiché oltre ad essere sostenuto dalla Sede Nazionale ANLAIDS prevede un programma di azione per la val polcevera (zona di Genova coinvolta dal crollo del viadotto Morandi) per attività di informazione, counselling in tema di HIV.

Nella seconda parte verranno poi riproposte tematiche scientifiche che hanno riscosso un notevole successo in ambito mediatico negli ultimi mesi, la profilassi pre-esposizione (PrEP) per le persone a rischio di contagio e  la definizione di HIV-RNA non rilevato uguale nessuna trasmissione di HIV (U=U). In particolare l’attenzione si focalizzerà sull’importanza strategica di queste due attività per ridurre i casi di HIV.

Infine uno sguardo alle novità terapeutiche del 2020 ed i progressi  dell’immunoterapia verso la cosiddetta cura.

Come ogni anno la Giornata Mondiale dell’AIDS vuole essere quindi un’occasione per riportare l’attenzione sulla temibile infezione che da oltre trent’anni affligge il genere umano, sicuramente con un differente impatto tra Nord e Sud del mondo, ma ovunque con lo stesso carico di paura e di stigma. I quasi 4000 casi annui che si verificano in Italia non devono far abbassare la guardia, bisogna assolutamente arrestare l’epidemia. I giovani e la scuola sono gli obiettivi sensibili sui quali puntare per crescere una generazione AIDS-free.

Il percorso è oramai chiaro: abbiamo le armi per arrestare l’epidemia di HIV, tocca ora alla comunità scientifica metterle in pratica ed alle associazioni veicolarle in modo corretto nella società civile.

Academy srl
via Aosta, 4/A - 20155 Milano
Tel +39 02/87063370
Fax +39 02/92853286